Composizione di un reddito da lavoro a partire dall’UCC e dalla rilevazione strutturale (LABB)

| Ultimo aggiornamento: 15.03.2021

Bild – experimental statistics

Riepilogo

L’analisi dell’andamento del reddito da lavoro nei primi anni successivi al conseguimento di un titolo del sistema di formazione svizzero è fondamentale per valutare l’adeguatezza della formazione al mercato del lavoro.

A tal fine, i conti personali dell’Ufficio centrale di compensazione (UCC) e la rilevazione strutturale (RS) dell’UST costituiscono delle fonti molto interessanti.

Il rapporto metodologico documenta il metodo usato nell’ambito del programma LABB (Analisi longitudinali nel campo della formazione) per determinare i redditi standardizzati per posti a tempo pieno, i redditi orari delle persone e quelli lordi. Sulla scorta dei dati del 2016, fornisce anche un’analisi descrittiva dettagliata delle differenze tra la variabile del reddito composta e il salario standardizzato tratto dalla rilevazione svizzera della struttura dei salari (RSS) e informa sui limiti di interpretazione.

Iter adottato

I conti dell’UCC relativi alle singole persone consentono di avere una misurazione del reddito che, in linea di principio, dovrebbe avvicinarsi molto al reddito mensile lordo totale da lavoro percepito da una persona, mentre la RS rileva la media delle ore lavorate a settimana dichiarate dalla persona intervistata considerando tutte le attività da lei svolte.

Il metodo di calcolo del reddito standardizzato «effettivo» per un impiego a tempo pieno consiste a prendere in considerazione il reddito «effettivo» che la persona percepirebbe svolgendo una determinata professione con un «normale» grado d’occupazione del 100%. Il 100% «normale» è calcolato sulla base dei riferimenti riguardo a un tempo pieno, definiti basandosi sulle risposte fornite dalle persone intervistate nel quadro della RS. Ciò significa che il calcolo tiene conto anche delle eventuali ore supplementari (remunerate o meno) effettuate generalmente dalle persone che svolgono una determinata professione. Dal punto di vista concettuale, quindi, questo reddito standardizzato «effettivo» è diverso dal salario rilevato dalla RSS e non è perciò formalmente possibile convalidarlo in funzione di quello della RSS.

Il rapporto metodologico documenta in dettaglio in che misura questo reddito differisca o meno da quello rilevato dalla RSS per tutte le dimensioni e gli indicatori che si conta di indagare nell’ambito del programma LABB. Permette inoltre di capire meglio il significato e la rilevanza di questo reddito standardizzato «effettivo» per la ricerca in campo educativo.

Sono stati seguiti due approcci complementari.

  • Il primo confronta i risultati della RSS con quelli dell’UCC e della RS sulla base di universi che siano il più possibile comparabili. Tale approccio presenta il vantaggio che i confronti effettuati permettono di trarre conclusioni per la maggior parte dei dipendenti residenti in Svizzera. Tuttavia ha lo svantaggio che le differenze constatate possono essere dovute a effetti di misurazione tra le due fonti. 
  • Il secondo approccio utilizza le potenzialità offerte dal NAVS13 per abbinare i campioni della UCC e della RS con quelli della RSS, nonché per esaminare a livello dei singoli individui le differenze osservate tra le due fonti. Per questa banca dati congiunta, vengono fatte importanti selezioni in modo da poter operare confronti sensati. Il vantaggio di questo approccio è la riduzione degli effetti di misurazione, mentre lo svantaggio consiste nel fatto che copre una parte minore della popolazione. Questo secondo approccio richiede inoltre una riponderazione, per consentire analisi e confronti diretti del reddito a livello della popolazione ridotta. Il rapporto che dettaglia la riponderazione effettuata è disponibile qui sotto.

I confronti operati si basano su due tipi di indicatori: il primo tipo misura la distribuzione delle differenze tra il reddito secondo la RSS e quello secondo l'UCC/RS su base individuale, mentre il secondo sulla base di confronti aggregati.

Il rapporto dovrebbe permettere al lettore di interpretare e utilizzare meglio i risultati delle future pubblicazioni LABB, nelle quali saranno utilizzati i redditi composti UCC/RS.

Risultati

Per quanto riguarda le banche dati considerate separatamente, il salario standardizzato della RSS 2016 ammontava a 64 franchi (valore mediano) in più rispetto a quello composto, ricavato sulla base dell’UCC e della RS 2016 (si attestava infatti a 6680 per la RSS 2016 e a 6616 per UCC/RS, sebbene la differenza non fosse molto significativa.

Se si considera invece la banca dati congiunta, la mediana della differenza tra il reddito standardizzato «effettivo» UCC/RS e quello della RSS è pari a 150 franchi (ovvero al 2,2% del reddito mediano della RSS). Questo risultato riflette il fatto che in generale il numero di ore lavorate è più alto nella RS rispetto alla RSS.

Nonostante le scarse differenze è importante ricordare che il reddito standardizzato composto UCC/RSS per definizione misura qualcosa di diverso dal salario standardizzato della RSS. Misura infatti un reddito a tempo pieno, che è calcolato su una base «effettiva», mentre il reddito della RSS si concentra più sull’aspetto «contrattuale». Tale differenza è intrinsecamente importante per le persone che lavorano per molte ore supplementari retribuite ma non compensate da vacanze od orari di lavoro variabili. Ne concludiamo che questo reddito UCC/RS calcolato su una base «effettiva» può essere un prezioso aiuto per le analisi nell’ambito delle scienze economiche e sociali, poiché si concentra sulla situazione di lavoro dei dipendenti.
 

Documenti

I due documenti metodologici sono disponibili in francese, tedesco e inglese nelle pagine corrispondenti.