Stime su aree in piccola scala (Comuni) della partecipazione al mercato di lavoro attiva nella rilevazione strutturale

| Ultimo aggiornamento: 19.11.2021

Bild – experimental statistics

Situazione iniziale

La rilevazione strutturale fornisce importanti informazioni sulla popolazione e soprattutto sulla situazione occupazionale. Grazie a una rilevazione a campione su almeno 200 000 persone in Svizzera è possibile stimare in modo attendibile la partecipazione alla vita attiva di gruppi di abitanti di 15 000 persone.

Combinando le rilevazioni di diversi vari anni (pooling dei dati risp. di 3 o 5 anni), attraverso i metodi standard è possibile ottenere una stima anche per gruppi rispettivamente di 5000 e 3000 persone.

Nel 2016 in Svizzera si annoveravano quasi 2300 Comuni, l’83% dei quali con meno di 5000 abitanti, che rappresentavano il 34% della popolazione svizzera. Il 70% dei Comuni aveva meno di 3000 abitanti (il 21% della popolazione). A questo punto viene da chiedersi se sia possibile effettuare delle stime su un piano ancora più dettagliato, utilizzando modelli statistici e dati disponibili inerenti alla popolazione totale.
 

Obiettivi

L’obiettivo dell’UST è quello di pubblicare stime attendibili anche per i Comuni che non hanno un campione annuo di dimensioni sufficienti per l’applicazione di metodi standard.

Grazie alle stime su aree in piccola scala (Small Area Estimation, SAE) si intende ampliare i limiti imposti dai metodi standard, utilizzando varie tecniche che si basano sulla modellizzazione e l’utilizzo di informazioni supplementari sulla popolazione.

L’UST ha incaricato la Prof. ssa Isabel Molina dell’Università Carlos III di Madrid, ricercatrice di fama internazionale nel campo di questi metodi, di analizzare la possibilità di stimare in modo attendibile la partecipazione alla vita attiva a livello dei Comuni. I suoi lavori, basati sulla rilevazione strutturale del 2012 e sui dati AVS del 2011, hanno rivelato che è possibile stimare con affidabilità la partecipazione annua alla vita attiva e la sua esattezza (design-MSE) per Comuni con campioni di almeno 100 persone. Le dimensioni minime dei campioni sono pertanto nettamente inferiori a quelle necessarie per i metodi standard.
 

Procedura

Considerati i risultati promettenti che sono stati raggiunti applicando i metodi SAE con i dati della rilevazione strutturale 2012 e quelli sull’AVS del 2011, l’UST si è spinto ancora oltre e ha analizzato le possibilità di combinare questi risultati con un pooling di dati di vari anni. Per le stime è stato fatto riferimento alla popolazione target media della rilevazione strutturale, raggruppata una volta per tre anni, dal 2012 al 2014, e un’altra per cinque anni, dal 2012 al 2016; e questo con l’obiettivo principale di realizzare stime attendibili per un numero di Comuni superiore a quanto possibile attraverso analisi annuali. In linea di massima anche nel pooling di vari anni occorre rispettare una dimensione minima del campione pari a 100 persone.
 

Risultati

In considerazione dei risultati ottenuti dalla Prof. ssa Molina, l’UST ha deciso di pubblicare per la rilevazione strutturale solo le stime per i Comuni con un campione di almeno 100 persone. Poiché i primi risultati erano basati su un pool di dati delle rilevazioni strutturali dei tre anni dal 2012 al 2014 e di conseguenza su un campione più esteso, è stato possibile pubblicarli per il più grande numero di Comuni mai raggiunto prima d’ora. Per l’arco di tempo considerato dal pooling delle rilevazioni strutturali dal 2012 al 2014, con i metodi standard è possibile raffigurare solo il 20% dei Comuni, mentre applicando i metodi nuovi questo valore triplica, consentendo di ottenere risultati per fino al 60% dei Comuni. Alla fine del 2014 ciò corrispondeva al 94% della popolazione residente permanente della Svizzera dai 15 anni in su.

L’UST ha fatto un raffronto tra i risultati del pool di dati delle rilevazioni strutturali dei tre anni dal 2012 al 2014 e quelli di un pool di cinque anni, dal 2012 al 2016. Ne emerge che è possibile pubblicare risultati per un numero maggiore di Comuni e che nel complesso tali risultati sono più solidi. Con un pool di cinque anni si possono ottenere stime per fino al 76% dei Comuni. Alla fine del 2016 ciò corrispondeva al 98% della popolazione residente permanente della Svizzera dai 15 anni in su.

Comuni Pool tra il 2012 e il 2014 Pool tra il 2012 e il 2016
Numero Quota Numero Quota
Totale dei Comuni 2351 100% 2287 100%
Risultati non pubblicabili 924 39% 540 24%
Risultati pubblicabili 1427 61% 1747 76%
© UST


I risultati sono reperibili nelle due tabelle seguenti:


I risultati delle stime su aree in piccola scala tratti dal pool di cinque anni (dal 2012 al 2016) possono inoltre essere ricavati dalla seguente carta interattiva:

 

Limitazioni

Si attira l’attenzione sul fatto che i risultati vanno interpretati con prudenza, perché si tratta di stime sulla popolazione media delle rilevazioni strutturali rispettivamente dal 2012 al 2014 e dal 2012 al 2016.
 

Prospettive

In un’ottica futura, i risultati e le esperienze raccolte applicando le stime su aree in piccola scala andranno integrate nella produzione corrente della rilevazione strutturale. Un approccio promettente potrebbe essere quello di pubblicare a cadenza quinquennale le stime tratte dal pool dei dati delle rilevazioni strutturali di cinque anni.

 

Documentazione